Il blogger Noah

Noah Bechler – La formazione duale da Coop

Durante il mio percorso di formazione duale nella Gestione del personale di Coop ho potuto conoscere da vicino tanti settori interessanti come Employer branding, Servizio specializzato HR e Salari/Assicurazioni del personale.

Il sistema di formazione duale

Il 1° ottobre 2017 ho intrapreso un percorso di formazione duale in economia aziendale e gestione del personale da Coop. Si tratta di un sistema formativo che prevede la divisione di ogni semestre in due fasi da tre mesi da svolgere rispettivamente all’università e in azienda. In questi anni ho avuto il privilegio di poter conoscere da vicino un settore diverso ogni semestre, riuscendo così a ottenere una visione molto ampia del mondo di Coop e della gestione del personale. 

La formazione da Coop

Ho trascorso il primo semestre presso il Service Center HR, dove ho imparato come si svolgono i processi di reclutamento e gli incarichi amministrativi generici quali la stesura di contratti e certificati di lavoro. 

Nel secondo semestre ho conosciuto l’ambito Salari/Assicurazioni del personale lavorando nel team Assicurazioni del personale, che si occupa dei casi di infortunio e malattia dei collaboratori Coop in tutta la Svizzera. Qui sono stato coinvolto nella routine lavorativa, ho svolto diversi piccoli progetti e ho scritto il mio primo lavoro di progetto sulle possibilità di miglioramento del processo di elaborazione delle indennità giornaliere di malattia. 

Il Servizio specializzato HR, dove ho trascorso il terzo semestre, si occupa dei sistemi HR che vengono utilizzati, per esempio, dai collaboratori specializzati HR e dai partner commerciali nelle loro attività quotidiane. È stato molto interessante vedere come avvengono lo sviluppo e la manutenzione dei sistemi. 

Il quarto semestre nel Category Management della CP 39 Bevande rinfrescanti/Birra/Superalcolici aveva ben poco a che fare con il mio percorso di studi, è vero, ma volevo farmi un’idea di quali siano i passaggi necessari per portare un prodotto sugli scaffali dei punti di vendita. Qui ho scritto il mio secondo lavoro di progetto sull’ottimizzazione dell’assortimento di superalcolici nei punti di vendita Coop e mi sono occupato moltissimo della pianificazione delle azioni per il 2020.

Nel quinto semestre sono tornato alla Gestione del personale, in particolare nel team dei partner commerciali presso la Sede principale, dove tra le altre cose ho seguito il reclutamento dei candidati e ho assegnato personalmente alcune posizioni. Mi sono divertito molto a condurre i colloqui di assunzione e trovare insieme ai miei superiori i candidati giusti per i posti vacanti. Nel frattempo ho scritto la mia tesi di bachelor sull’analisi e l’ottimizzazione dei processi e degli strumenti per la valutazione degli obiettivi e delle prestazioni da Coop, che è stata senza dubbio il traguardo più importante del mio percorso di studi. 

Ora sono al sesto semestre, che sto trascorrendo nell’Employer branding. La nostra attività si concentra su come Coop viene percepita dai collaboratori attuali e dai potenziali collaboratori futuri. Per esempio, gestiamo la pagina LinkedIn con l’obiettivo di attirare l’attenzione di potenziali collaboratori sulla nostra azienda. Al momento sto lavorando intensamente al redesign della pagina Intranet del Marketing del personale e del Servizio sociale di Coop per offrire ai collaboratori una panoramica ben strutturata dei servizi offerti. Inoltre aiuto tre partner commerciali delle regioni di Berna e Lucerna nella selezione dei candidati. 

I vantaggi della formazione duale

Ho potuto applicare subito nella pratica gli aspetti teorici affrontati all’università. Questo passaggio dalla teoria alla pratica è stato molto semplice, perché dopo la fase teorica all’università ho potuto farmi un’idea di come le nozioni apprese potessero essere applicate al mondo del lavoro. Penso che il più grande vantaggio della formazione duale consista nella maggior esperienza che permette di acquisire. Naturalmente anche il fatto di essere sempre pagati, anche durante la fase teorica, è un bel punto a favore. 

Ma questo tipo di formazione non ha solo lati positivi: per esempio, bisogna rinunciare alle pause tra un semestre e l’altro tanto care agli studenti e si possono prendere le ferie solo durante la fase pratica in azienda. Inoltre, rispetto a un’università «normale», abbiamo più ore di lezione a settimana, perché dobbiamo concentrare i contenuti in un anno e mezzo e non possiamo superare la durata prevista per il corso di studi. Bisogna mettere in conto di trascorrere lunghe giornate all’università…

Qualche giorno sulla riviera svizzera

Per schiarirmi le idee e riposarmi, dopo il lavoro o l’università vado in palestra oppure in barca a vela nel mio luogo d’origine sul Lago di Costanza, anche se spesso mi tocca rinunciarvi per via delle lunghe distanze. Per le vacanze mi piace viaggiare in tutto il mondo per scoprire nuovi paesi e culture. I paesi che ho trovato più interessanti finora sono stati senza dubbio Cuba e la Thailandia.

Quest’anno viaggiare è un po’ più complicato, quindi molto probabilmente andrò per qualche giorno in Ticino, per rilassarmi e non pensare agli esami orali. 

Sceglierei di nuovo un percorso di formazione duale?

Sicuramente. Penso che i vantaggi di questo sistema vadano ben oltre gli svantaggi, perché come ho spiegato permette di farsi un’idea del mondo del lavoro già durante gli studi universitari. Ma sceglierei di nuovo Coop come azienda partner per la mia formazione? Certo: in questi tre anni ho potuto conoscere molti settori diversi dell’azienda e sono sempre stato coinvolto, messo alla prova e incoraggiato.

Cosa farò dopo gli studi?

Il termine del mio bachelor a fine settembre porta con sé l’inevitabile domanda: «cosa fare dopo?». Come ho raccontato, nel Servizio specializzato HR ho potuto vedere cosa c’è dietro i sistemi per la gestione del personale. Per fortuna da Coop si è presentata l’opportunità di conoscere meglio il mondo dei sistemi HR internamente: a inizio ottobre entrerò a far parte del team HR/Workflow dell’Informatica e sarò responsabile per il supporto dei sistemi HR quali, ad esempio, SAP SuccessFactors. Non vedo l’ora di affrontare questa nuova sfida e iniziare la mia carriera da Coop.